News in Nel web

Mar, 15/05/2007 - 14:04

Microsoft: l'open source viola oltre 235 brevetti

Inviato da freed

In una intervista a Fortune Magazine, uno degli avvocati di Microsoft, Brad Smith, ha dichiarato che i software opensource violano circa 235 brevetti (ma altri sono in fase di valutazione):
http://money.cnn.com/magazines/fortune/fortune_archive/2007/05/28/100033867/index.htm

beh non vediamo l'ora che Bill&C aprano il codice, così da poterlo confrontare
intanto però il terrorismo "psicologico" potrebbe avere cmq un effetto deleterio verso aziende e/o amministrazioni che avessero anche solo l'intenzione di passare a linux e in generale all'opensource Thinking
che sia l' "ultimo" colpo di coda di Microsoft? Love Struck




Mer, 29/11/2006 - 13:33

Talk di sera - Bologna

Inviato da kripsio

Erlug organizza una serata gratuita con talk e musica, che si terra`
venerdi` 1 dicembre in via Papini 28 a Bologna a partire dalle ore 20.30.

Modalita` della serata:
i relatori saranno Luca Bigliardi e Daniele Torelli - del gruppo
Yue http://www.yue.it - suoneranno e parleranno di musica elettronica
utilizzando esclusivamente free software in ambiente Linux.

L'ingresso e` gratuito; l'evento si terra` presso il centro sociale
culturale e ricreativo Associazione Croce Coperta, in via Papini 28.
Il centro e` dotato di bar.

Parcheggio disponibile nelle zone circostanti, facilmente raggiungibile
dall'uscita 6 della tangenziale.

Mappa della zona: http://snipurl.com/13en7

Per informazioni su linee ed orari degli autobus: http://www.atc.bo.it/

Per maggiori informazioni: info @ erlug.linux.it




Lun, 06/11/2006 - 13:25

Perché non andiamo all'OSZOO.org?

Inviato da Stefano

Pinguini, Pesci, GNU, il mondo del software libero è popolato di strani animali. A Bologna da un paio di anni è nato l'OSZOO, lo zoo dei sistemi operativi liberi.

Volete provare FreeBSD, Plan9 oppure solo vedere il look'n'feel di Fedora e
confrontarlo con Ubuntu?
È sufficiente che abbiate la macchina virtuale Qemu e potete trovare nell'OSZOO un catalogo di dischi virtuali (immagini di dischi) con i sistemi pronti e installati solo da scaricare e attivare.
Se poi non avete Qemu, lo potete scaricare dal sito ufficiale per Linux, per MacOSX e anche per Windows.

Provare a usare diversi Sistemi Operativi e distribuzioni ha senz'altro una forte valenza didattica ma l'OSZoo può anche essere utile a verificare la compatibilità dei propri programmi e degli script di installazione per diversi ambienti di esecuzione.

L'OSZoo sta crescendo come numero di immagini disponibili e numero di utenti. Le immagini vengono distribuite tramite bit-torrent, quindi al crescere del numero di utenti cresce anche il bandwidth disponibile per il download.

Da qualche mese è in funzione in modo sperimentale FLOZ: Free Live OSZoo. Con FLOZ è possibile provare alcuni sistemi operativi e distribuzioni direttamente sui nostri server senza dover scaricare le immagini. È sufficiente usare un browser, con supporto di una Java Virtual Machine, e si potrà osservare il sistema operativo scelto fare boot in una finestra di navigazione.

L'OSZoo sta evolvendo: stiamo studiando come poter avere più mirror da cui scaricare le immagini, in modo tale da fornire un servizio sempre più efficiente. Stiamo studiando anche come fornire servizi di rete per FLOZ, usando
Virtual Distributed Ethernet (VDE) è possibile usare la rete dell'utente.
OSZoo è un Wiki: l'evoluzione del progetto è guidata dagli utenti che forniscono nuovi sistemi operativi, distribuzioni e nuove versioni di quelli esistenti.

L'OSZoo è stato ideato e realizzato all'Università di Bologna, la versione attuale dell'OSZOO è stata realizzata ed è mantenuta da Stefano Marinelli, FLOZ è stato realizzato da Mattia Gentilini. L'Università di Bologna senza dubbio è un centro di eccellenza per lo studio del Software Libero: il corso di laurea in Informatica da tanti anni usa quasi esclusivamente software libero e tutti i laboratori sono basati software libero (qualche macchina con software proprietario viene usata solo per progetti specifici).

Per saperne di più non resta che visitare il sito www.oszoo.org
oppure iscriversi al Master in Tecnologia del Software Libero e Open Source.

Renzo Davoli
Direttore del Master in Tecnologia del Software Libero e Open Source




Mer, 04/10/2006 - 21:45

Master in processi di migrazione a Software Libero

Inviato da Stefano

Con grande piacere riceviamo la segnalazione dell' istitutizone di un Master chiamato "Free Software Upgrade", che si propone di formare esperti in processi di migrazione al Software Libero.

Obiettivi del Master, realizzato in collaborazione con TrueLite ed il CTS "Luigi Einaudi" - già partner nell'ambizioso (e riuscito) progetto FUSS - è quello di fornire sia competenze avanzate di tipo tecnico sulla piattaforma GNU/Linux sia quelle competenze di tipo manageriale necessarie per portare a buon fine un processo di migrazione aziendale al Software Libero, valutando concretamente vantaggi e rischi legati all'aggiornamento.

Sono inoltre previsti due periodi di stage in azienda in Italia e all'estero e moduli di lingua inglese e di empowerment.

La durata del Master è stata fissata in un monte di 1.256 ore. Il master inizia il 6 novembre 2006 e terminerà il 24 luglio 2007. Sono disponibili delle borse di studio e la data di scadenza per la presentazione della domanda di ammissione è il 20 ottobre 2006.

Per maggiori dettagli sul Master, il programma didattico e altro fate riferimento al sito ufficiale: Migration Manager.




Lun, 13/03/2006 - 13:06

Password di root in chiaro

Inviato da zUlloX

Pare che la password di root in Ubuntu Breezy rimanga in chiaro e accessibile a tutti gli utenti in un file di log. Il problema è stato già fissato, chi usa questa versione di Ubuntu deve fare un upgrade

qui la notizia