Configurazione Debian su iBook G4

Lun, 31/01/2005 - 21:21

Configurazione Debian su iBook G4

Inviato da Anonimo 4 commenti

L'autore della guida è il Sig. Antonio De Luci.

Debian/Gnu Linux PPC su ibook G4

Configurazione del mio ibook:

IBOOK G4 1,33
SCHEDA VIDEO ATI 9200
MONITOR TFT 14,1
HARD DISK 60G ATA100 4200 rpm
RAM 768MB DDR266
SUPERDRIVE DVD/CD-RW
BLUETOOTH INTEGRATO
AIRPORT EXTREME "Broadcom Corporation BCM4306 802.11b/g Wireless "

Devo dire che OSX si è rivelato formidabile: veramente ben fatto, facile da usare e stabile come solo uno Unix potrebbe essere, anche se la mia filosofia è OpenSource ho deciso di farlo coesistere con la mia Debian .

Quando avete il cd pronto allora è tempo di fare un back-up dei vostri dati personali inserire il cd di Debian-boot e riavviare :
(su OSX date [ CTRL ] + [ MELA ] + [ POWER ] ( [ POWER ] è il tasto di accensione ). Al riavvio tenete premuto il tasto [ c ] finchè non vedrete l'installer partire.

La prima cosa che vi chiederà dopo aver boottato sarà di mappare la tastiera e scegliamo la propria :

( nel nostro caso qwerty/it: Italian ).

Seconda cosa sarà il partizionamento dell'hard disk con " mac-fdisk " vi dico subito per quelli alle prime armi che è molto ostico quindi preparatevi:

Prima schermata di mac-fdisk :

]Command (? for help):

Eccola solo il prompt e questa scritta i comandi sono come il nostro fdisk per x86 allora digitiamo [ ? ] [ invio ] per avere info oppure andiamo subito con [ p ] [ invio ] per vedere le partizioni esistenti

E questo come potete vedere era il mio hard disk originale datomi da Apple quindi cancelliamo tutto e riparizioniamolo come serve a noi .

Command (? for help): d

Premo la [ d ] [ invio ] e mi chiede il numero della partizione che voglio cancellare partiamo dall'ultima ( /dev/hdc4) fino a /dev/hdc2, e lasciamo intatta /dev/hdc1 ( solo per chi vuole reinstallare MacOSX ) .

Procediamo con la creazione delle partizioni, con il comando [ b ] [ invio ] ( cioè subito dopo Apple_partition_map ) creamo la partizione di " bootstrap ". Vi chiederà da dove farla iniziare e voi ricordando che la prima finisce a 63 direte naturalmente 64. Questa partizione è molto importante e non dovete assolutamente dimenticare di crearla , serve al nostro bootloader alias yaboot !!!

Appena fatto tocca alla partizione dove reinstalleremo MacOSX per creare partizioni non " linux native " si usa il comando " C " attenzione " c != C " ricapitolando " c " crea partizioni linux native, invece " C " tutte le altre ! Appena creata questa non vi resta che creare con il comando " c " sia swap che root che tutte le partizioni che vi servono.

Alla fine date il fatidico comando " w " cioè write attenzione prima di farlo accertatevi che tutto sia ok con il comando " p "

Bene ora siamo a posto usciamo da mac-fdisk, io ho dato un riavvio per uscire dall'installazione, ma credo che si possa continuare, non sapevo come si comportasse yaboot e quindi ho preferito installare prima MacOSX e poi rifare l'installazione di debian .

Per L'installazione di MacOSX nulla di piu` facile molto bella veloce e gradevole da seguire naturalmente quando vi chiederà di inizializzare una partizione per potersi installare ricordatevi di dargli quella giusta nel mio caso " /dev/hdc3 alias disk0s3 su OSX " .

Conclusa l'installazione di OSX ripetiamo i passi per installare finalmente Debian, riavviamo , teniamo premuto il tasto [ c ] per avere il boot da cd ripetiamo i passi dell'installer , non rifate mac-fdisk , inizializzate le partizioni linux prima la swap e poi quella di root " / ", naturalmente per le altre dovete scegliere la voce inizializza e monta altre partizioni linux (è scritto in inglese ), il resto prosegue come tutte le installazioni Debian concludete e reboottate Wink .

Scommetto che ora si accende la mela e carica MacOSX, vero ? E vi starete chiedendo Debian Dov'e`? Vi dira` che anch'io me lo sono chiesto allora ho usato " Aiuto di MacOSX " parola chiave " Disco di Avvio " e bene ho scoperto che c'è un modo per avviare tutto al boot o almeno vedere cosa sia avviabile sul MAC da altre partizioni ai cd bootabili, bene riavviamo e teniamo premuto il tasto " [ ALT ] " sulla tastiera !

In breve vi riporto il capitolo 6.6 su come partizionare ufficiale dell'installazione di debian su Powerpc Capitolo 6.6
Partizionare su PowerMac recenti

Se state installando Debian su un PowerMac NewWorld, dovrete creare una speciale partizione di bootstrap, che dev'essere di 800 KB e di tipo Apple_Bootstrap, per il boot loader. Se la partizione di bootstrap non è di tipo Apple_Bootstrap, la vostra macchina non potrà fare il boot da disco fisso. La partizione può essere facilmente creata con mac-fdisk, usando il comando b.

Il tipo speciale di partizione, Apple_Bootstrap, serve ad evitare che MacOS monti, danneggiandola, la partizione di bootstrap, dato che vi devono essere fatte delle modifiche particolari per permettere a OpenFirmware di avviare automaticamente il sistema da essa.

Notate che la partizione di bootstrap è concepita per contenere solo tre file molto piccoli: il binario di yaboot, il suo file di configurazione yaboot.conf e un loader OpenFirmware di primo stadio, ofboot.b. Non dev'essere montata sul filesystem, non c'è alcun bisogno di farlo, ne vi devono essere copiati dei kernel o qualsiasi altra cosa. Per manipolarla si utilizzano le utility ybin e mkofboot.

Per fare in modo che OpenFirmware faccia automaticamente il boot di Debian GNU/Linux, quella di bootstrap dev'essere la prima partizione del disco, in special modo deve precedere tutte le partizioni di boot MacOS. La dovreste creare per prima.

Consultate la documentazione di mac-fdisk per informazioni su come creare questa ed altre partizioni. Suggeriamo anche la lettura del mac-fdisk Tutorial, che indica i passi che dovreste compiere per condividere il vostro disco con MacOS.

I dischi Apple di norma hanno parecchie piccole partizioni di driver. Se intendete condividere la vostra macchina con MacOSX, dovreste conservare tali partizioni e una piccola partizione HFS (800 KB è la dimensione minima). Questo perchè MacOSX ad ogni boot proporre di inizializzare qualunque disco su cui non siano presenti partizioni MacOS attive e partizioni di driver.

Meraviglia delle meraviglie con gran sorpresa mi appare il disco con MacOSX e quello di Linux ( se ci fosse un cd apparirebbe anche quello ) come delle icone con i rispettivi simboli, naturalmente funziona il mouse Smile clicchiamo sull'icona di Linux e poi premiamo la freccia alla nostra destra, guardate l'immagine :

Ed eccovi finalmente di fronte a yaboot, Debian è vicina !!!!

Ho scoperto che una volta configurato bene sia yaboot.conf che fstab per avere al boot direttamente yaboot dovete semplicemente dare :

root@ibook# ybin -v

Bene ora quando avviate l'ibook non serve premere il tasto [ alt ] ma ricordatevi di aggiungere al yaboot.cond questa riga altrimenti non avrete più MacOSX

macosx=/dev/hdx [ sostituite hdx con la partizione giusta ]

e ricordatevi che il trucchetto del tasto [ alt ] funziona comunque !!!

Bene ora siamo in debian e dobbiamo fare qualche piccola modifica tipo, installare un kernel pi recente per un maggior supporto hardware ed installare qualche piccolo programmino di gestione sempre hardware. Bene per prima cosa upgradiamo ad un ramo pi recente di debian ( potreste anche rimanere in Testing ma io voglio rischiare vado su Sid )

Ora installiamo il nuovo kernel per facilità e per velocizzare il tutto ( anche perchè ho una scarsa conoscenza hardware sui MAC ) ho installato un immagine precompilata ( attenzione che serve initrd ) oppure potete ricompilarvela a vostro piacere magari alla debianway

root@ibook# apt-cache search kernel-image-2.6 [cerchiamo il più recente]<br />root@ibook# apt-get install kernel-image-2.6.9-powerpc modules-init-tools

Naturalmente scaricate tutte le dipendenze tra le quale c'è initrd-tools e che dovremo inserire nel /etc/yaboot.conf per riuscire ad avviare e fate anche una modifica ai device in pratica su MacOSX :

" hdc --> hard disk ; hda --> cdrom " [ su OSX ]

mentre adesso il nuovo kernel cambierà i device riportandoli alla normalità, cioè

"hda --> hard ; disk hdc --> cdrom " [ su Linux ]

e naturalmente dobbiamo cambiare anche i device nel nostro fstab !

image=/vmlinux<br />        label=Linux<br />        initrd=/initrd.img<br />        root=/dev/hda6<br />        read-only<br /><br />image=/vmlinux.old<br />        label=old<br />        root=/dev/hda6<br />        read/only

e poi modificare fstab

root@ibook# vim /etc/fstab [ modifichiamo i device ]<br /><br />[ esempio già modificato ]<br /><br /># /etc/fstab: static file system information.<br />#<br />/dev/hda6    /         xfs     defaults           0    0<br />/dev/hda4    none      swap    sw                 0    0<br />/dev/hda5    /home     xfs     defaults           0    0<br />proc         /proc     proc    defaults           0    0<br />/dev/hdc     /cdrom    iso9660 ro,users,noauto    0    0<br />none         /sys      sysfs   defaults           0    0<br />none         /tmp      tmpfs   defaults           0    0

dopo di che riavviamo :

root@ibook# reboot

Appena il nostro ibook si riavvia ricordatevi di premere [ alt ] altrimenti caricate OSX Wink scegliete il disco con linux e appare yaboot il nuovo kernel partirà con solo [ invio ] oppure scivendo " Linux " [invio] . In caso di problemi date [ -->| ] comunemente conosciuto come [ TAB ] e yaboot vi mostra le varie alternative dei kernel avviabili !

FACCIO UNA PREMESSA TUTTO QUELLO CHE STO PER DIRE DI SEGUITO NATURALMENTE NECESSITA DEL GIUSTO SUPPORTO KERNEL QUINDI PRESUMO CHE STIATE USANDO L'IMMAGINE DI KERNEL INSTALLATA DAI PORT DI DEBIAN, NEL CASO L'ABBIATE FATTA VOI SPERO ABBIATE INCLUSO TUTTO QUELLO CHE SERVE PER AVERE UN GIUSTO FUNZIONAMENTO HARDWARE.

Ora siamo in Debian Sid e possiamo installare XFree86 e qualche WM ( Window Manager ) e poi facciamo qualche altra piccola modifica per migliorare la gestione del sistema .

Iniziamo il dire che su Xfree avrete già l'accelerazione con il driver ati o radeon e le DRI senza dover modificare nulla ne installare nulla, fa tutto debconf !!!Qui trovate il mio XF86Config-4, in caso contrario :

root@ibook#modprobe modprobe agpgart && echo agpgart >> /etc/modules<br />root@ibook#modprobe uninorth-agp && echo uninorth-agp >> /etc/modules<br />root@ibook#modprobe modprobe radeon && echo radeon >> /etc/modules<br />root@ibook#vim /etc/X11/XF86Config-4

modifichiamo le seguenti sessioni come di seguito elecato :

Section "Module"<br /><br />        Load    "dri" [aggiungetelo se non c'e']<br /><br />EndSection<br /><br />Section "Device"<br />        Identifier      "ATI 9200 "<br />#       Driver          "ati"<br />        Driver          "radeon"<br />        Option          "AGPMode" "4"<br />        Option          "EnablePageFlip"<br />        Option          "UseFBDev"              "true"<br />EndSection<br /><br />Section "DRI"<br />        Mode    0666<br />EndSection<br /><br />lanciamo X<br /><br />root@ibook#startx

SCHEDA AUDIO

Funzionante al 100% :

root@ibook#modprobe snd-powermac<br />root@ibook#apt-get install alsa-base alsa-utils && alsaconf

Le cose importanti da non dimenticare sono, far funzionare la ventola della cpu che viene gestita dal modulo " therm_adt746x " e si procede in questa maniera :

root@ibook# modprobe  therm_adt746x<br />root@ibook# echo " therm_adt746x " >> /etc/modules

Ed installiamo hotplug cosi avremo tutti i moduli su al boot

root@ibook# apt-get install hotplug

I tasti speciali per volume, luminosita, esplulsione cdrom, ed altro fate così:

root@ibook#apt-get install eject pbbuttonsd<br />root@ibook#vim /etc/pbbuttonsd.conf [per modificare i parametri]

Come si usano ? Dovete usare le seguenti combinazioni :

[ fn ] + [ F1 ] <-- abbassa luminosità

[ fn ] + [ F2 ] <-- alza luminosità

[ fn ] + [ F3 ] <-- volume su Mute

[ fn ] + [ F4 ] <-- abbassa volume

[ fn ] + [ F5 ] <-- alza volume

[ fn ] + [ F12 ] <-- eject cdrom

Altre cose interessanti che vi consiglio di installare sono : ( per un corretto uso leggere i rispettivi man )

powernowd - control cpu speed and voltage using 2.6 kernel interface<br /><br />root@ibook#apt-get install powernowd && powernowd<br /><br />powernowd: PowerNow Daemon v0.90, (c) 2003-2004 John Clemens<br />powernowd: Found 1 cpu:<br />powernowd:   cpu0: 666Mhz - 1333Mhz

Il tasto [ Canc ] inesistente per altro sull'ibook, fate come su MacOSX e cioè tasto [ fn ] + [ <-- ] ( attenzione fn + backspace).

MODULO BLUETOOTH INTEGRATO

Funzionante al 100% almeno come trasferimento dati ibook --> Telefono e viceversa il gprs non l'ho provato, non sarò ripetitivo leggetevi un po' l'altro mio articolo debian-bluetooth naturalmente li usavo una chiavetta usb bluetooh, qui è integrato ma sembre usb .

AIRPORT EXTREME

Nota alquanto dolente al momento non ci sono possibilità di farla andare perchè la casa produttrice non rilascia le specifiche della scheda, credo per colpa delle leggi americane che vietano di dare le specifiche, ci stanno lavorando cercando di far andare i driver usati per windows come sulle architetture x86 datevi un occhiata qui NDISWRAPPER HOME PAGE e speriamo ci riescano presto Smile

MODEM 56K, SU OSX SEMBRA ESSERE UN MOTOROLA

Non testato .

SCHEDA DI RETE ETH 10/100/1000BaseT Sun GEM

Perfettamente funzionante :

root@ibook# modprobe sungen

MONTARE OSX

Non lo monto di default ma se per caso mi serve faccio così:

root@ibook# mkdir /mnt/OSX<br />root@ibook# mount -t hpsplus /dev/hda3 /mnt/OSX

TOUCH PAD

Per emulare il touch pad come se fosse un mouse 3 tasti fate cosi :

Aggiungete queste righe al file " /etc/sysctl.conf " :

root@ibook# vim /etc/sysctl.conf<br /><br /># Emulazione bottoni del touchpad :<br />dev/mac_hid/mouse_button_emulation = 1<br />dev/mac_hid/mouse_button2_keycode = 68<br />dev/mac_hid/mouse_button3_keycode = 87

Ora userete come il vostro touch pad sarà impostato nel seguente modo :

TASTO SINISTRO il tasto del touch pad

TASTO DESTRO il pulsante [ F11 ]

TASTO CENTRALE il pulsante [ F10 ]

...screenshots!

Per ora è tutto, spero possa esservi utile, se riesco a far funzionare qualcos'altro aggiungerò sezioni alla guida. Nel caso fate un salto sul canale #linux-help naturalmente su irc.azzurra.org porta 6667


In:



Commenti

Ritratto di paolo
#1

Inviato da paolo il Sab, 05/02/2005 - 21:35.

Ottima guida.

Complimenti, una guida molto utile, grazie per il contributo. Big Grin

Paolo Mainardi
CTO Twinbit http://www.twinbit.it
Vice Presidente -- ILDN - Italian Linux DIstro Network



Ritratto di antoniodeluci
#2

Inviato da antoniodeluci il Ven, 26/08/2005 - 03:03.

Qualche piccolo dettaglio tralasciato

Ottima guida, ma il mio nome potevate lasciarlo !
Antonio De Luci



Ritratto di antoniodeluci
#3

Inviato da antoniodeluci il Sab, 27/08/2005 - 14:15.

Grazie

Grazie



Ritratto di hackerberry
#4

Inviato da hackerberry il Gio, 28/03/2013 - 15:57.

Re: Configurazione Debian su iBook G4

se c'è qualcuno ancora vivo.... a me va tutto sembra, wireless compreso dopo piccola impostazione.... se serve descrivo come....

solo che quando attacco l'alimentatore all'ibook lo schermo diventa nero...