utilizzare gnu screen in sessione ssh con screen in locale

1 risposta [Ultimo contenuto]
Ritratto di paco_deb
paco_deb
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 25/10/2007
Messaggi: 152

Ciao a tutti.
Utilizzo gnu screen abitualmente e ne sono talmente dipendente che ho fatto in modo da avviarlo automaticamente ad ogni apertura di terminale.
Questo però comporta un problema:
se da locale, dove ho screen attivo, mi collego tramite ssh ad un'altra macchina, sulla macchina remota non posso utilizzare screen, in quanto, sebbene il programma si avvii anche in remoto, la pressione dei tasti viene comunque prima intercettata dal processo in locale.

Ne consegue che se do ad asempio C-A c per generare una nuova shell questa viene creata sulla macchina locale e non su quella remota.

Ne consegue che per usare screen in remoto devo prima arrestare il processo locale e poi collegarmi con ssh

Esiste un modo per risolvere questo problema evitando di usare keybindings differenti su ogni host?
E' possibile ad esempio lanciare ssh con una flag che gli faccia capire di intercettare per primo i keybindings?

ciao a tutti

Ritratto di arancedisicilia
arancedisicilia
(Newbie)
Offline
Newbie
Iscritto: 23/08/2010
Messaggi: 1

Ciao.
Ti sconsiglio di utilizzare screen annidati. Si puo' fare, ma lo trovo molto scomodo, e in pratica perdi molto dell' agilita' e velocita' nell' uso di screen.
Ad ogni modo, per rispondere alla tua domanda, il punto e' questo. Se C-A e' il tuo carattere di escape, esso vale nel tuo screen locale. La sequenza di escape nel tuo screen remoto e' invece C-A a (e' chiamato anche comando "meta"). Piu' praticamente:
C-A c -> crea shell in locale
C-A a c -> crea shell in remoto

Ciao.