LVM o BTRFS

5 risposte [Ultimo contenuto]
Ritratto di frankz55
frankz55
(Junior)
Offline
Junior
Iscritto: 12/01/2016
Messaggi: 11

Siccome ho avuto dei problemi con il de mate e recupero dati(non apre le cartelle e non monta lvm da dischi live tipo ubuntu) ho deciso di reinstallare tutto da zero.
IL sistema che sto usando ora ha 2 hdd da 500 Gb ciascuno e sono stati formatati con una partizione di swap (circa 5 Gb) ed il resto con lvm (/dev/mapper/VG_debian-VL_debian: 926.8 GiB).
vorrei sapere se mi conviene passare btrfs oppure no. nel caso di una risposta affermativa, dove posso trovare un buon tutorial.
l'installazione la eseguo con netinstall e la versione debian e' la testing, la pertizione la devo eseguire manualmente.

Grazie per eventuali consigli.

Ritratto di mcortese
mcortese
(Moderatore)
Offline
Moderatore
Iscritto: 27/02/2009
Messaggi: 2918

Non ho capito se vuoi riformattare i dischi e perdere tutti i contenuti o se devi migrare i dati al nuovo sistema. Nel primo caso, io andrei con Btrfs: quale migliore occasione di provarlo senza niente da perdere? Tra l'altro non ti serve alcuna guida o tutorial: ti basta scegliere Btrfs come file system durante l'installazione e il gioco è fatto.

Quanto al partizionamento, non c'è una filosofia giusta e una sbagliata: ognuno la pensa diversamente. Un amministratore "prudente" ti consiglierebbe di evitare LVM o altre configurazioni che mischiano i dati dei due dischi: meglio tenere le cose semplici, con file system che corrispondono alle partizioni fisiche. Nel tuo caso, probabilmente, un amministratore prudente dividerebbe il primo disco in 2 (oltre alla swap): un quinto per la root e il resto per la home, e sul secondo disco creerebbe una sola partizione chiamata "data" in cui salvare i file più grossi, le collezioni di video e MP3, ecc.

D'altro lato, gli "audaci" ti spingerebbero a provare le caratteristiche avanzate di bBrfs che permettono di combinare più partizioni, anche diverse, in modo analogo a un RAID, il tutto senza sovrapporre strati software uno sull'altro (il file system sopra LVM, a sua volta sopra DM, ecc.). Se ti interessa questo argomento, allora sì, avrai bisogno di una guida perché non è sicuramente contemplato nel manuale d'installazione di Debian! Wink Vedi ad esempio questo messaggio.

Infine, esiste una pagina del wiki Debian. Forse ti conviene partire da lì..

Ritratto di frankz55
frankz55
(Junior)
Offline
Junior
Iscritto: 12/01/2016
Messaggi: 11

Innanzitutto Ti ringrazio per consiglio.
Voglio riformattare i dischi e partire da zero.
Mi andrebbe bene la 1^ soluzione: dividere in 2 il primo disco completamente in BTRFS (100 system +400 home) e fare una partizione diversa per il sendo disco.
Un altra domanda a proposito di partizionamento: avendo 12GB di memoria ram (anche se la cpu e' una vecchiotta xeon w3520) e' neccessaria la swap?
tieni presente che qualche volta compilo (QT). programmo in PHP (stack bitnami LAMP) o quardo quache film, ma faccio nessun gioco.

Ritratto di frank67
frank67
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 10/07/2013
Messaggi: 487

frankz55 ha scritto:

Siccome ho avuto dei problemi con il de mate e recupero dati(non apre le cartelle e non monta lvm da dischi live tipo ubuntu) ho deciso di reinstallare tutto da zero.


Non ho mai provato perché uso la iso di Debian per situazioni di rescue (su macchine virtuali non sulla Jessie installata nel PC) ho sentito dire che la Ubuntu Server riesce ad assemblare un RAID e leggere LVM non so se attraverso una interfaccia grafica...

Ciao, Franco

Ritratto di mcortese
mcortese
(Moderatore)
Offline
Moderatore
Iscritto: 27/02/2009
Messaggi: 2918

frankz55 ha scritto:

avendo 12GB di memoria ram (anche se la cpu e' una vecchiotta xeon w3520) e' neccessaria la swap?

La partizione di swap svolge due funzioni. La principale, quella storica, è fornire uno spazio in cui accantonare temporaneamente i dati in memoria per far spazio ad altri dati che servono con più urgenza. In pratica il SO mette a disposizione delle applicazioni un totale di memoria pari alla RAM fisica più la swap. Nel tuo caso, credo che il SO non si troverà mai ad aver bisogno di un solo byte della swap: per usi "tranquilli" 2 GiB sono già sufficienti, figuriamoci 12!

Ovviamente la situazione sarebbe diversa se tu usassi il computer per applicazioni CAD o simulazioni scientifiche, che divorano giga di memoria come fossero noccioline. Ma anche in quel caso, se il SO avesse bisogno di swap vorrebbe dire che la RAM fisica è insufficiente e consiglierei di comprarne di più piuttosto che ricorrere alla lentissima swap!

La seconda funzione della partizione di swap è fornire uno spazio in cui salvare lo stato del sistema durante l'ibernazione, detta anche suspend to disk. Al momento della sospensione, l'intero contenuto della RAM è travasato nella swap; al riavvio è automaticamente ricaricato in RAM e l'esecuzione riparte dal punto esatto in cui era stata interrotta. Va da sé che la partizione di swap dev'essere almeno grande quanto la RAM fisica, se no il travaso non va a buon fine.

Comunque l'ibernazione richiede la cooperazione di tutto l'hardware e del BIOS, ed è facile che qualcuno di questi componenti non si comporti nel modo corretto. Per questo è poco pubblicizzata, spesso disabilitata e quasi sempre guardata con sospetto.

Se vuoi e puoi usufruire dell'ibernazione sul tuo PC, allora devi prevedere una partizione di swap di dimensione pari almeno alla RAM fisica. Altrimenti puoi tranquillamente farne a meno.

Ritratto di frankz55
frankz55
(Junior)
Offline
Junior
Iscritto: 12/01/2016
Messaggi: 11

grazie per i consigli, oggi formatto in BTRFS.