Riviste Linux

Ritratto di virusbye
virusbye
(Junior)
Offline
Junior
Iscritto: 07/09/2004
Messaggi: 50

Personalmente condivido molti dei vostri pensieri io stesso, tuttavia, proprio perchè sono al di la' della barricata mi sento in dovere di puntualizzare alcune cose.
Innanzitutto non voglio dilungarmi sulla pubblicità, personalmente da fastidio anche a me, ma non posso farci niente, windows (e i suoi soldi) non spariranno come per magia, non sono nemmeno sicuro che sarebbe "giusto", tuttavia io non l'avrei messa, ma bisogna capire, come è stato detto, che tutti si lavora per portare la pagnotta a casa. Sembrerà la solita frase fatta, ma negli ultimi due/tre anni, anche nell'editoria informatica hanno "tirato la cinghia", personalmente in questi anni ho visto redattori a cui facevo riferimento, cambiare lavoro in modo dubbio (licenziati?!?!); una volta un redattore abbastanza famoso mi disse che io ero fortunato perchè in un periodo di grama ero riuscito a scrivere ogni mese pur essendo un freelance.
Chiusa questa parentesi, vorrei parlare del contenuto degli articoli e vorrei in parte difendermi. A molti potranno sembrare dei tutorial come quelli che si trovano su internet, più o meno. Più o meno, è proprio qui la differenza, ogni freelance e redattore serio, anche se utilizza informazioni prese da internet o parla di argomenti ormai già ampiamente trattati, deve validarle personalmente e creare, nell'articolo, una procedura omogenea di funzionamento (questo a livello tecnico). Stesso discorso se si parla della "storia" o delle "caratteristiche" di un programma, bisogna leggere e leggere; esempio per scoprire che "Xfree86 è un gioco di parole, da un lato x386 = x Three 86 = X Free 86, dall'altro la parola Free che intendeva appunto la libertà rispetto al fork proprietario del codice", ho dovuto personalmente cercare delle info su internet, questo per farvi capivere che spesso prima di dire che "ah si trova su internet" molti articoli andrebbero letti e provati, perchè anche in quello banale c'è sempre molto lavoro dietro. Ovviamente non sto parlando di tutti gli articoli, anch'io ho letto articoli realmente "banali". E' solo per difendere un po' chi, come me, ci si impegna molto per scrivere degli articoli non-banali.
Considerate, inoltre, che un articolo generalmente deve essere anche "autonomo", nel senso che deve fornire tutte le informazioni per raggiungere lo scopo in sole quattro pagine, a volte non è facile (ed infatti vi stupirete sul prossimo numero cosa ho recensito in sole quattro pagine :ghghgh:).

Happy Linux a tutti! Smile

"Perchè tanto Debian è meglio"
http://fabrizio.ciacchi.it

Debian Linux - kernel 2.6.8 - Gnome 2.8

Ritratto di suriaka
suriaka
(Junior)
Offline
Junior
Iscritto: 21/10/2004
Messaggi: 42

Ma si infatti, Happy Linux a tutti .

E soprattutto god save the tldp !!!

salute, luca suriano

Ritratto di carlos
carlos
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 05/10/2004
Messaggi: 154

Ciao a tutti,
premetto che non compro le riviste di informatica per pigrizia più che altro.
Mi sono accorto il più delle volte, che forse in base alla concorrenza , al discorso di accontentare varie fasce di utenza , etc...,la tendenza è quella di parlare di vari argomenti dispersivi a livello teorico .
Le riviste forse dovrebbero approfondire il concetto di utilizzo del sistema linux,i suoi meccanismi, non essendo propriamente user-friendly per un utente di fascia medio bassa, invece di privilegiare il tutorial per una distro .
Andrebbe sicuramente a compensare la frammentazione (pure qui! :-o ) di notizie in rete, a volte molto stringate, su come installare periferiche o programmi .
Comunque internet sta dando una grossa mano a linux (e meno male.......).
Grazie .
Ciao .

Ps : Linux è di tutti, ma non per tutti .

Compaq Presario 2516ea + Ubuntu Breezy

Ritratto di jordan83
jordan83
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 10/09/2004
Messaggi: 267

Dopo un lungo peregrinare, comprare, leggiucchiare, ridere... (beh forse non tutto :-P) ho concluso che:

- Se siete novizi e non avete mai visto Linux le riviste migliori sono di sicuro Linux Pratico per provare subito a fare quello che si faceva in Windows (mi pare proprio una bella rivista!) e Linux Pro e Linux Magazine per entrare in modo indolore, un po' alla volta, nel mondo dell'OpenSource.

- Se siete utenti medi in fase di apprendimento direi che Linux Magazine e Linux Pro hanno approfondimenti sufficienti per rendersi indipendenti da Windows.

- Quando siete utenti maturi credo che il meglio sia rappresentato da Linux&C per gli aspetti di sistema e magari si può condire il tutto con Dev o qualche altra rivista di programmazione per approfondire. Linux Magazine e Linux Pro sono ottime (io sono un fedele abbonato della prima) e possono fornire un condimento con alcuni articoli di approfondimento e le ottime trattazioni su nuovi software. Ovviamente il loro tono "medio" però comporta che molte cose spesso uno già le conosca.

Questo a mio parere (la rivista OpenSource non l'ho mai "provata":lol: quindi non posso darle un giudizio).

Per quanto riguarda la storia delle pubblicità, secondo me uno che legge una rivista su Linux se ne frega di ciò che Microsoft può dire. Altrimenti difficilmente le leggerebbe.
A chi interessa che l'oste dica che il proprio vino è il migliore quando il cliente che l'ha assaggiato sa che non è vero?

La rivista la legge solo chi vuole approfondire il mondo del pinguino. Microsoft è alla canna del gas, se è ridotto a sparare sulla Croce Rossa... O no?
Concordo comunque sul fatto che un po' sia fastidioso, ma secondo me tutto ciò non fa altro che danneggiare l'immagine di Microsoft stessa.

"Se avessimo tutti le stesse opinioni non ci sarebbero le corse dei cavalli." G.B.Shaw

Ritratto di gigiozzz
gigiozzz
(Junior)
Offline
Junior
Iscritto: 24/09/2004
Messaggi: 11

jordan se posso permettermi alla tua ottima analisi sulle riviste ne manca una molto interessasnte x gli spunti e molto divertente x l'umor (specialmente l'articolo conclusivo (di un certo Aliosha) è da scompiscarsi)
parlo di Hackers & C sempre dello stesso editore di linux & C
(ke poi x la cronaca su linux & C ci scrivono e ci hanno scritto persone "autorevoli" del settori uno x tutti Mosh bar(openMosix))
ciao

Ritratto di smokedhack
smokedhack
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 06/10/2004
Messaggi: 124

abbonato a Linux Pratico e Hackers&co... non sono certo manuali, ma spesso mi danno lo spunto (stimolo) a fare cose nuove.... molto interessanti, soprattutto per newbie.... provero a comprare qualcuna delle altre che avete segnalato....

cmq a tldp non si puo rinunciare

Ritratto di charger
charger
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 04/10/2004
Messaggi: 58

Quote:

suriaka ha scritto:
...............
Forse sono un sognatore, vivro' il tutto in maniera esasperata ma non ce la faccio, e' piu' forte di me.

Non posso leggere una rivista dedicata a GNU/Linux e trovarmi a leggere una pagina che spiega come installare e configurare apache (ad esempio) su una debian e, nella stessa pagina, un bel popup che illustra la magnificenza di windows server2002, NON CE LA FACCIO !!!

Non e' corretto, e' un controsenso, e' fuorviante.

Per me l'utilizzo di GNU/Linux, debian in particolare, e' di piu' che accendere la macchina e lavorare col pc, e' liberta', sentirsi parte integrante di un mondo che va 'contro' la standardizzazione informatica

Io sono un uomo libero e utilizzo GNU/LInux perche' mi sento libero !!!
............

Azz Suriaka....
...non ci crederai ma mi hai convinto:
non ho rinnovato l'abbonamento a Linux Magazine (che scade questo mese).

Già ero poco intenzionato a rinnovarlo, il tuo post mi ha convinto al 100%.

La pubblicità della MS ha un bersaglio in meno...

Ritratto di Andy80
Andy80
(Junior)
Offline
Junior
Iscritto: 29/11/2004
Messaggi: 7

Scusate eh.... ma quando mai Linux&C ha messo pubblicità Microsoft sulla loro rivista??? Non vi sbaglierete per caso con Linux Magazine?