indirizzare una directory. ottimizzazione hard disk.

2 risposte [Ultimo contenuto]
Ritratto di novellino
novellino
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 29/11/2006
Messaggi: 121

Ormai dopo tanti anni, ho acquisito un po' di esperienza, ma è poca per capire come comportarmi.

Comincio dicendoVi che sono un utente comune (office automation, internet, giochi, foto e video familiari, ecc).

Vi espongo ora i miei dubbi! Tanti dei partecipanti a questa comunità fanno uso di ssd nei vari formati sata, m.2, pci express, ecc., anch'io ho adoperato per circa 2 anni un ssd da 250 GB di buona qualità ometto la marca per ovvi motivi. Ma i ripetuti cicli di scrittura lo hanno rovinato. Ho provveduto quindi ad acquistarne uno nuovo.

Per quanto ne so e per la mia esperienza diretta concludo che gli ssd sono più delicati degli hd di tipo meccanico specie se vengono adoperati per tanti cicli di scrittura.

Credo sia impensabile oltre che antieconomico usare un ssd come partizione di swap, considerato che linux quando la ram va in sovraccarico, la prima cosa che fa è quella di adoperare la cache, sottoponendo l'ssd a stress e accorciandone la durata.

Vi chiedo nell'istallazione di debian quali parti installo nel disco ssd in modo da sfruttarne i vantaggi e allungarne la durata e quali parti o quali directory (/home, swap, /opt, ecc.) "delocalizzo" nei dischi di tipo meccanico.

Oppure, capovolgendo, su quali directory debian scrive in maniera più persistente e considerato che la mia installazione è lisca, ma sempre aggiornata e su cui ogni tanto smanetto.

A Voi Gentili iscritti di questa comunità l'ardua sentenza.

Ritratto di homeless
homeless
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 21/10/2011
Messaggi: 1254

novellino ha scritto:

[..]ho adoperato per circa 2 anni un ssd da 250 GB di buona qualità ometto la marca per ovvi motivi. Ma i ripetuti cicli di scrittura lo hanno rovinato. [..]


Sarebbe interessante conoscere esattamente marca e modello, in modo da verificare le specifiche tecniche del disco.

novellino ha scritto:

[..]Per quanto ne so e per la mia esperienza diretta concludo che gli ssd sono più delicati degli hd di tipo meccanico specie se vengono adoperati per tanti cicli di scrittura. [..]


Al momento, alcuni degli ultimi per il mercato consumer sono venduti, con MTTF di 1,8 milioni di ore e, ad esempio, vite di 120 TB di byte totali scritti (TBW), pari a 65 GB al giorno per 5 anni (esempio).

novellino ha scritto:

Credo sia antieconomico usare un ssd come partizione di swap, considerato che linux quando la ram va in sovraccarico, la prima cosa che fa è quella di adoperare la cache, sottoponendo l'ssd a stress e accorciandone la durata.


Considerando i dati di durata sopra indicati, diciamo che il sistema operativo dovrebbe essere perennemente in swap per ridurre seriamente la vita del disco a di sotto dei 5 anni.

novellino ha scritto:

Vi chiedo nell'istallazione di debian quali parti installo nel disco ssd in modo da sfruttarne i vantaggi e allungarne la durata e quali parti o quali directory (/home, swap, /opt, ecc.) "delocalizzo" nei dischi di tipo meccanico.


Come hai indicato, sostanzialmente sull'SSD, tutto ciò che viene scritto con bassa frequenza.

Ritratto di novellino
novellino
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 29/11/2006
Messaggi: 121

Ciao homeless!!

Grazie per aver risposto e per aver fissato nella mia mente quello che già sapevo.

Considerato che la mia installazione di debian è quasi quella di default e considerato l'uso credo che le directory su cui debian scrive spesso sono:
/home - perchè contiene tutti i miei dati;
/tmp - temporary system file;
/var - file di aggiornamento, log di sistema, ecc.

Ad essi credo che dedicherò due dischi separati (non possedendone tre):
/home in un disco
/tmp e /var in un altro disco.

ti prego di correggermi o aggiungere quanto ritieni necessario per una migliore suddivisione del carico dati sui dischi.

Buonanotte a tutti!!