Network Manager fallato in Stretch?

3 risposte [Ultimo contenuto]
Ritratto di fareyes
fareyes
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 14/03/2011
Messaggi: 386

Ciao a tutti/e. Da tempo e per vari problemi non riesco più a girare sul forum e mi dispiace.
Ho appena installato Stretch 9.4.0 32 bit (avevo già un cd ed ho voluto usarlo) ed ho iniziato a impostare la rete, quando mi sono accorto che Network Manager non intende registrare la maschera di rete (quel famoso 255.255.255.0), sostituendola ogni volta con il solo 24 (che è la metrica). Ho provato di tutto, anche impostando la rete a mano, ma appena la riattivo ecco che torna quel "24" che mi impedisce di navigare veloce e tranquillo... Ho allora installato Wicd Network Manager e tutto funziona correttamente, però il vecchio Network Manager persiste a dare i numeri. Si sa nulla se per caso sia fallato? Inoltre, proprio il primo N M non mi ha segnalato la rete (a cavo) come eth0 (come dovrebbe fare) ma con una sigla (enp30so) forse riguardante l'hardware o altro che però non riesco a capire...sembra che pretenda il DHCP che però non utilizzo (solo ip statico)
Può essere che al momento dell'installazione avendo utilizzato la rete (configurata a mano e quindi in modo preciso) per aggiornare i pacchetti, abbia visto l'interfaccia con quella sigla?

C'è qualcuno che sappia come risolvere? Grazie in anticipo

Ritratto di fareyes
fareyes
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 14/03/2011
Messaggi: 386

Mi rimaneva ancora l'icona di Network Manager nella barra in alto e così ho fatto un po' di pulizia e fatto reboot. Appena loggato ho guardato se fosse andato storto qualcosa e finalmente l'icona NM era sparita e aveva lasciato il posto a quella di Wicd. Ora non mi fa più gli scherzi di prima e quindi presumo sia a posto e posso chiudere il thread.
Quello che però mi chiedo è: perché installare di default qualcosa che non funziona? Ho infatti scoperto in rete altri utenti col mio stesso problema... io direi che piuttosto che sbattersi per mettere le nuove "iconcine" sarebbe meglio correggere errori come quello!

Ritratto di homeless
homeless
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 21/10/2011
Messaggi: 1254

fareyes ha scritto:

Quello che però mi chiedo è: perché installare di default qualcosa che non funziona?


La risposta è ovvia: il riferito mancato funzionamento nelle particolari condizioni di utilizzo che hai determinato nella specifica installazione che hai realizzato, non si presenta (nella stragrande maggioranza ?) delle altre installazioni. Hai optato per usare un altro gestore di reti, probabilmente più vicino alle esigenze della configurazione che hai realizzato oppure alle tue conoscenze ed in questo non c'è nulla di male. Ciò, però, non implica che network manager, come hai sopra insinuato "[..] di default [..] non funziona". Peraltro, non hai fornito elementi di dettaglio per consentire a chi avesse avuto intenzione di analizzare il riferito malfunzionamento di poterlo fare, né, mi sembra, hai aperto un bug report per il network manager (con tutti i dettagli del caso), per cui quanto da te riferito, in assenza di altri elementi, sarà di poca utilità allo sviluppo di Debian, ad altri utenti del forum e con buona probabilità rimarrà confinato nella ampia casistica del "rant". Peraltro, quanto da te accennato, potrebbe far ipotizzare che hai confuso le due possibili diverse notazioni per la subnet mask (vedi https://en.wikipedia.org/wiki/Classless_Inter-Domain_Routing#CIDR_notation)

Ritratto di mcortese
mcortese
(Moderatore)
Offline
Moderatore
Iscritto: 27/02/2009
Messaggi: 2913

Non ho capito quale malfunzionamento, esattamente, imputi a Network Manager, ma se ti riferisci a convertire 255.255.255.0 in /24 stai sbagliando.

Gli indirizzi IPv4 sono sequenze di 32 bit, convenzionalmente rappresentati da 4 numeri di 8 bit l'uno separati da un punto.

Di questi 32 bit, una prima parte identifica la rete, il resto la macchina all'interno di quella rete. Dove sta il confine tra le due parti non è predefinito, ma varia da rete a rete[1]. In certi casi è necessario, quando si cita un indirizzo IP, specificare quali bit sono dedicati alla rete. Le convenzioni per farlo sono due e del tutto equivalenti.

La prima è la più facile da spiegare: se dice che i primi "n" bit sono dedicati alla rete aggiungendo "/n" all'IP. Ad esempio "1.2.3.4/24" dice che "1.2.3" (i primi 24 bit) identificano la rete, e "4" (gli ultimi 8 bit) la macchina al suo interno.

La seconda convenzione è quella di immaginare un indirizzo IP fasullo in cui i bit a 1 indicano la rete, quelli a 0 la macchina. Questo IP immaginario (che si chiama maschera di rete o "netmask") va poi scritto nel solito modo, cioè quattro numeri separati da punti. L'esempio di prima si tradurrebbe in "255.255.255.0". Infatti 255 non è altro che il numero decimale che corrisponde a 8 bit tutti a 1, quindi una sequenza di 3 volte 8 bit a 1 significa che i primi 24 bit sono dedicati alla rete. I rimanenti 8 bit sono a zero, quindi rappresentano la macchina all'interno della rete.

In conclusione, non c'è alcuna differenza tra 255.255.255.0 e /24 se non nel formalismo. Pensare che uno ti faccia navigare veloce e tranquillo e l'altro no è un'illusione.

---

[1] Per capire perché, è interessante fare un parallelo con la teleselezione: i numeri di telefono sono composti da un prefisso che localizza il distretto e il resto che identifica l'utenza. I prefissi telefonici non hanno lunghezza fissa: i distretti più affollati hanno un prefisso più corto (Roma ha lo 06) così da poter dedicare più cifre alla parte che identifica l'utenza; i distretti meno affollati hanno un prefisso più lungo (Aosta ha lo 0165), così da poterne enumerare di più, senza paura che ciò generi numeri di telefono troppo lunghi, perché le cifre che seguono sono di meno, essendo il distretto poco popolato.