Debian server lentissimo, può essere hdd rotto?

8 risposte [Ultimo contenuto]
Ritratto di itaTheSpeedGhost
itaTheSpeedGhost
(Junior)
Offline
Junior
Iscritto: 02/10/2015
Messaggi: 22

Ciao ragazzi, ho un debian 8 a printline che va lentissimo in tutto, quando va...
Per esempio anche solo nel fare il login ci mette quasi un minuto per analizzare l'id immesso e chiedermi di inserire la password.
Mentre per esempio molti deamon non riescono neanche ad essere avviati, esempio mysql.

Volevo domandarvi se questa lentezza generale del sistema potesse essere dovuta ad una rottura dell hdd, perché dubito di aver distrutto in questo modo il sistema operativo in termini softwere.

Ho già analizzato l hdd (un 3 tera tipologia WD RED) tramite un softwere sotto windows, che con l'analisi veloce (6 ore) non ha rilevato nulla, quella lenta richiedeva 25 giorni quindi ho lasciato stare.

Sapete dirmi un modo rapito per capire la causa di tutto ciò (ho già verificato CPU e RAM e direi che non sono loro)? Ma soprattutto potrebbe trattarsi di una rottura hardware dell'hdd?

Grazie Smile

Ritratto di kripsio
kripsio
(Collaboratore)
Offline
Collaboratore
Iscritto: 10/09/2004
Messaggi: 1511

Per mia esperienza è possibile.
Dai un'occhiata al %wa di top per vedere se la cpu rimane troppo in attesa dell' I/O. In quel caso è possibile ci siano problemi di disco.

Prova a dare un occhiata anche questi due link:

http://ubuntuforums.org/showthread.php?t=1278014
What does %wa in "top" signify?

http://bencane.com/2012/08/06/troubleshooting-high-io-wait-in-linux/
Troubleshooting High I/O Wait in Linux

Buona analisi Smile
CiaoOOO !

Ritratto di itaTheSpeedGhost
itaTheSpeedGhost
(Junior)
Offline
Junior
Iscritto: 02/10/2015
Messaggi: 22

Grazie mille, mi hai dato la spinta giusta, ho studiato un po meglio il comando top, ed ho notato che in fase di "riposo" ovvero solo l essenziale in esecuzione, tutti i parametri sono nella norma, persino il wa che resta a 0% o poco più.

Mentre ho notato che per esempio: facendo una richiesta di visualizzazione di una pagina web al webserver, da un altro dispositivo, come al solito l operazione richiede parecchio tempo per essere portata a termine ed il wa sale sui 90% scendendo gradatamente verso i 50% persistendo sino alla fine del caricamento preciso della pagina web (che impiega svariate decine di secondi).

Dopo di che ho fatto altre prove e mi sono inbattuto nel avvio di un demone che anomalamente non startava, sono arrivato a capire che la causa era nel suo file di configurazione, una volta aperto mi sono ritrovato le prime 3 righe corrette ed una 4 riga di 2350 caratteri il cui significato (aperto con notepad++ su windows via samba) è "null", da nano i caratteri vengono visualizzati come una serie di "^@".

Ora sono di nuovo arrivato ad un punto morto, non ho esperienza per poter affermare la mia teoria e dire che l'hdd sia rotto, ma la corruzione di file e la lentezza generale mi portano solo a chiedervi un programma diagnostico per hdd in printline che salvi in modo "append" i risultati su un file, siccome fin ora il migliore che ho trovato è stato "badblocks" che però salva su file solo al termine, ma il server si blocca e non conclude il processo.

Grazie e scusate per il papiro Smile

Ritratto di homeless
homeless
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 21/10/2011
Messaggi: 1303

Qualora il disco rigido fosse danneggiato, dovresti rilevare specifici messaggi di errore nei log di sistema. Cosa ti indirizza verso questa causa di rallentamento ? Potrebbero esservi infine motivi di errata configurazione.

Ritratto di mcortese
mcortese
(Moderatore)
Offline
Moderatore
Iscritto: 27/02/2009
Messaggi: 2918

Se usi il comando badblocks con l'opzione -e, si interrompe quando trova l'ennesimo errore. Se va avanti è perché non ne ha trovati. Trovi inoltre strumenti diagnostici per gli HD nel pacchetto smartmontools.

Comunque gli HD "ciucchi" tendono a peggiorare velocemente. Se fosse un errore hardware, a quest'ora potresti avere blocchi danneggiati ovunque. Il file di configurazione corrotto potrebbe esserne un sintomo, ma più probabilmente è il risultato di una corruzione estemporanea, magari dovuta ad un singolo spegnimento senza shutdown/sync.

Un I/O wait del 90% è davvero alto. Domanda di rito: quali impostazioni di sistema hai personalizzato e quali sei assolutamente sicuro di non aver mai toccato? Ad esempio, hai mai messo mano al file /etc/fstab? Vorresti controllarlo? Che file system usi? Hai abbastanza spazio libero? Hai abbastanza RAM?

Ritratto di kripsio
kripsio
(Collaboratore)
Offline
Collaboratore
Iscritto: 10/09/2004
Messaggi: 1511

Mi fa piacere di esserti stato utile se non altro a sprontarti: è lo spirito giusto Smile

Tieni presente, anche, che il tool di diagnostica ti dice se trova un errore ma non è detto che l'errore venga trovato dal tool.
Se il tool ti dice che è rotto allora è sicuramente rotto
Se il tool ti dice che non è rotto POTREBBE essere rotto.

Ritratto di itaTheSpeedGhost
itaTheSpeedGhost
(Junior)
Offline
Junior
Iscritto: 02/10/2015
Messaggi: 22

Allora, sono sicuro di non aver toccato "/etc/fstab", a parte file di configurazione di pacchetti (come samba ssh proftp ecc) non ho modificato nulla, l'unica aggiunta che ritengo forse pericolosa è stato un demone creato da me, che semplicemente lancia un .jar che ho sempre scritto io (per quello lo ritengo pericoloso) che ogni tot va a scrivere su un sito web esterno, l'ip attuale della mia connessione, praticamente un dns.

L'hdd come file system è formattato in ext4, se è quello che mi chiedevi.

Spazio libero in abbondanza su HDD.

Ram è poca, attualmente gira se mi ricordo bene con 2GB (da sistema ne risultano 1,5 circa, visualizzato dal comando "top" e "free"), in ogni caso un 3/5 è sempre libera.

Ora vi dò le novità che ho riscontrato: mi sono convinto a comprare un nuovo hdd, che in ogni caso avevo bisogno, quindi ho iniziato la copia dei file del HDD "potenzialmente rotto" (il protagonista di questi post) su un altro che invece funziona alla perfezione, la copia è stata fatta da un Ubuntu, dal un fisso decisamente potente, entrambi gli hdd erano collegati via sata3. Per spostare un totale di 100GB ci ha messo ben 3 giorni (24h/24h)!
Ogni tanto andavo a dare un'occhio, la velocità andava intorno agli 800 kb/s, con picchi massimi di 10 mb/s ed minimi di 200 kb/s.

Or ora sto reinstallando il mio debian server sul nuovo HDD arrivato e per ora funziona bene, mi manca solo una prova per definire rotto l'hdd, quando sarò sicuro che i dati che contiene sono inutili e già trasferiti, lo formatterò sotto Winzoz per vedere se la velocità di trasferimento rimane così bassa.

Ringrazio tutti e metterei il post come Risolto, ma potrei scoprire ancora qualcosa di interessante, non sono pratico di forum Worried

Ritratto di kripsio
kripsio
(Collaboratore)
Offline
Collaboratore
Iscritto: 10/09/2004
Messaggi: 1511

[Per spostare un totale di 100GB ci ha messo ben 3 giorni (24h/24h)!
Ogni tanto andavo a dare un'occhio, la velocità andava intorno agli 800 kb/s, con picchi massimi di 10 mb/s ed minimi di 200 kb/s.]

Bhè, qualcosa di storto c'è per forza... ok che i file piccoli sono più lenti da copiare, però mi pare davvero un'esagerazione. Big Grin

Ritratto di itaTheSpeedGhost
itaTheSpeedGhost
(Junior)
Offline
Junior
Iscritto: 02/10/2015
Messaggi: 22

Ora sono sicuro al 100% che la colpa sia stata del hdd, il nuovo hdd è da quasi una settimana che gira 24 su 24 ore, con lo stesso sistema debian e non ha dato alcun tipo di problema.

Ho fatto varie analisi dell'hdd rotto, esso non presenta nessun errore, ne di lettura ne di scrittura, semplicemente vi è un probabile danno meccanico che rallenta di molto queste operazioni, scandagliando tutti i 3 Tera sia in lettura che in scrittura risultano molto lente (sotto i 400kb/s) in punti ben precisi, purtroppo non contigui, ma disgiunti e molto ampli quindi non è possibile neanche riutilizzarlo formattando solo i blocchi funzionanti.

Concludo con il mettere Risolto al post.