Problema di installazione stampante in Linux Mint

Ritratto di mcortese
mcortese
(Moderatore)
Offline
Moderatore
Iscritto: 27/02/2009
Messaggi: 2918

Spero di avere tempo nel weekend di dare un'occhiata al tuo file. Se è giusta l'ipotesi che il problema stia nella comunicazione di rete, ci sarà qualche messaggio che fallisce, che non va a destinazione, ecc. Certo sarebbe ancora meglio avere il dump sia di quando va a buon fine sia di quando fallisce, per confrontarli...

Altrimenti il problema è altrove. Ma tu hai detto che non è cambiato nulla, solo il kernel... Quali modifiche tra la 2.6 e la 3.2 potrebbero indurre problemi nella configurazione della stampante?

Ritratto di Gandalfrank
Gandalfrank
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 12/10/2012
Messaggi: 176

Io presumo che il problema sia nel cambio di kernel. Non ne sono certo ma ho notato che le distro dotate della versione 2.6 mi consentono l'installazione della stampante; al contrario i vari linux con una versione del kernel più recente mi creano problemi.
Potrebbe pure essere un problema legato al software che gestisce l'installazione delle stampanti. Forse, e scrivo forse, il manutentore del programma "stampanti" ha apportato qualche modifica che non viene digerita dal mio complesso router-stampante.

Mi sembra di averlo già scritto... il router ha un kernel versione 2.6. Sembra un caso!

Ritratto di mcortese
mcortese
(Moderatore)
Offline
Moderatore
Iscritto: 27/02/2009
Messaggi: 2918

Con ordine. Il dump di rete è assolutamente inutile: a parte un'interrogazione DNS (il PC (.21) chiede al router (.1) di risolvere "alicagate" e il router risponde che è lui) i due non si scambiano nemmeno un pacchetto con dati dentro. Solo tante richieste ARP da parte del router (forse solo per tenere attiva la connessione?). Sei sicuro che la configurazione della stampante sia avvenuta in quell'intervallo monitorato da tcpdump (dalle 16:11 alle 16:12)? E se sì, con che esito?

Quanto al fatto che il colpevole sia il kernel, in effetti non è assodato. Il fatto è che hai citato talmente tante configurazioni diverse mischiando distribuzioni, kernel e protocolli che è facile perdersi.

Ora hai provato Debian 7 con (immagino) un kernel 3.2, quindi a rigor di logica NON dovrebbe funzionare, giusto?

Ritratto di Gandalfrank
Gandalfrank
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 12/10/2012
Messaggi: 176

Mi hai chiesto di fare l'installazione della stampante con tcpdump attivato e così ho fatto. Il file che ho allegato è quello che puoi trovare qualche post indietro.

L'unica cosa che accomuna le distribuzioni che hanno accettato l'installazione della mia stampante sono state quelle con kernel 2.6 (Debian 6 e CentOS 6) più OpenSuse 12.1 di cui non ricordo la versione...
Tutte quelle testate successivamente con kernel più recenti mi hanno dato problemi... non ultima Debian 7.
E' per questo che ho pensato fosse un problema di kernel...

Oggi mi sono reso conto di u n'altra cosa:
il driver installato quando la stampante HA funzionato era il hpcups 3.12.4
il driver installato quando la stampante NON HA funzionato è il hpcups 3.12.6

Può avere qualche importanza?

Ritratto di Gandalfrank
Gandalfrank
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 12/10/2012
Messaggi: 176

Mi sembra di capire che le idee su come risolvere si sono esaurite...

Vorrei ringraziare coloro i quali sono intervenuti (mcortese e badroot) per cercare di darmi una mano a fare funzionare la mia stampante.
Anche se non ho raggiunto lo scopo ho comunque imparato qualcosa di nuovo.

Permettetemi anche di dare una tirata di orecchi a quelli che in altra discussione, dove è emerso questo problema, si sono messi su un piedistallo e hanno sparato sentenze su come avrebbero risolto/agito/e organizzato la cosa pur di venire a capo della faccenda, ma che poi non hanno mai, e sottolineo mai, inserito un post costruttivo...

Perdonate la polemica.

Ritratto di mcortese
mcortese
(Moderatore)
Offline
Moderatore
Iscritto: 27/02/2009
Messaggi: 2918

Peccato. Più che non aver trovato la soluzione, è triste non aver scoperto la causa dell'anomalia. Qui le variabili in gioco sono davvero tante, dalla versione del kernel a quella di CUPS, dalla distribuzione al protocollo usato... Inoltre il malfunzionamento è intermittente, quindi è quasi impossibile impostare un esperimento e vederne il risultato in tempo reale.

Comunque provarci e fallire è sempre più onorevole che rinunciare! Smile

Ritratto di badroot
badroot
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 22/08/2008
Messaggi: 2068

Ciao Gandalfrank,
mi dispiace che alla fine non se ne sia venuti a capo.
Devo dire che mi dispiace anche il fatto che a quanto pare nessuno tra i frequentatori del forum possa portare un'esperienza diretta di una situazione simile alla tua.
Non è una critica, io per primo ho un modem/router senza USB e quindi non posso collegarci una stampante e fare una prova di un caso come il tuo, e sembra che non sono l'unico.
Dico questo perchè dopo tante prove sembra che il problema sia presente con distribuzioni linux con kernel successivi al 2.6 ..... ma è veramente solo questo ?
Possibile che tra i tanti utenti, non solo di questo forum, non ci siano altri casi in cui si collega una stampante USB direttamente al modem/router per condividerla ? boh può anche essere .... non saprei cos'altro aggiungere.

Ritratto di Gandalfrank
Gandalfrank
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 12/10/2012
Messaggi: 176

Mi sono rassegnato all'idea di usare la stampante con Linux solo via cavo.
E per essere completamente sincero, mi sono pure abituato a rinunciare a qualcosa ogni volta che uso una qualche distribuzione Linux.
Un esempio:

con Debian la batteria del mio portatile Apple veniva consumata completamente in meno di 2 ore , con Windows impiego circa 4 ore e con Lion poco meno di 6 ( da nuova la carica durava circa 8-9 ore)

con Fedora 18 la potenza del segnale WiFi del mio router risulta più debole rispetto a quella percepita da Windows e Lion

Sono solo piccoli dettagli che però mi impediscono di passare definitivamente al sistema del pinguino.

Ritratto di marcosan
marcosan
(Collaboratore)
Offline
Collaboratore
Iscritto: 16/05/2005
Messaggi: 896

Citazione:

mi sono pure abituato a rinunciare a qualcosa ogni volta che uso una qualche distribuzione Linux.

Concordo, purtroppo e` il prezzo da pagare per la "liberta`"...le logiche di mercato sono e gli sviluppi dell'informatica, sotto molti aspetti, in palese contrasto con lo sviluppo del software libero. La strada da fare e` lunga e c'e` ancora parecchia salita da fare... Anche il mondo del software libero non e` certamente esente da colpe, anzi, ma tieni duro e per quel che riesci continua a contribuire alla causa Wink

Ciao,
Marco

"La matematica e' l'arte di dare lo stesso nome a cose diverse."
H.Poincare (1854-1912).

Ritratto di Gandalfrank
Gandalfrank
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 12/10/2012
Messaggi: 176

Personalmente ho un concetto di libertà molto diverso da quello supportato e tanto decantato dal software libero.
L'OpenSource ha valore e una seria utilità solo per chi sa programmare. E io lo so fare, ma non conosco tutti i linguaggi, pertanto poter disporre del codice sorgente di una qualunque applicazione non mi serve a molto. Tantomeno è utile a mia moglie che usa il PC solo per navigare, usare la mail, collezionare foto e video di uncinetto e lavori similari.
A una persona come la mia consorte, non importa nulla della console e della sua potenza, interessa solo accendere il computer e fare ciò che più le piace senza dovere perdere tempo in configurazioni da terminale e "battute di caccia" nel filesystem per eseguire una semplice operazione come aggiungere un'icona sul desktop ( con gnome 3 è necessario ricorrere alla linea di comando per inserire un'icona sulla scrivania).
Libertà per me significa poter usare anche i programmi non propriamente liberi. Limitare l'uso di Linux solo a software libero è esso stesso una privazione di libertà per l'utente finale.
Libertà per me significa andare su internet e guardare in diretta le trasmissioni RAI senza problemi.
Libertà per me significa poter acquistare un qualunque computer e non avere problemi di compatibilità con il sistema operativo che scelgo di adottare
Libertà per me significa poter acquistare una qualunque periferica senza il pensiero di compatibilità con Linux.

Linux mi piace, mi diverte ma non mi fa sentire libero, piuttosto confinato in ampio terreno recintato e con poche possibilità di movimento.