ILDN: FundRaising

Mar, 25/10/2005 - 17:06

ILDN: FundRaising

Inviato da Stefano 13 commenti

Bene, oramai è passato diverso tempo da quando vennero lanciati i primi appelli di ricerca fondi per mantenere in piedi ILDN, un progetto nato e mantenuto completamente a spese nostre fino ad oggi.
Lo abbiamo fatto con piacere, per dare una nuova voce a Linux nel panorama italiano.
I numeri e le statistiche ci fanno pensare che del nostro progetto se ne sentiva il bisogno e che a molti è servito per imaparare o per condividere con altri le proprie esperienze in questo ambito.

Ad oggi abbiamo più di 10.000 visite uniche nei diversi portali, diversi GigaByte di banda consumata giornalmente, come ben saprete i costi iniziano a diventare insostenibili per noi, vista la dimensione del progetto.
Abbiamo tantissime nuove features pronte ma mantenute nel cassetto poichè l'Hardware che abbiamo a disposizione non ci permette di implementarle, visto che ad oggi (e ve ne sarete accorti) il server non regge più, anche a dispetto di un recente incremento della RAM.
XOOPS come qualsiasi altro CMS funziona interrogando un DB (in questo caso MySql) e le richieste giornaliere che abbiamo sul server sono migliaia, ovviamente dobbiamo tenere anche un'occhio alla banda consumata, quest'ultima va pagata ed i prezzi sono davvero salati.

Questo network è nato e viene aggiornato grazie soprattutto a tanta passione, mia (Stefano) di Bluehat e di Paolo. Per noi è un vero piacere poterlo fare, e la risposta di voi utenti per noi è una grandissima gratificazione morale, e questo non è da poco.
Dietro ai portali che vedete ci sono tante ore di lavoro giornaliere per aggiornarlo con news, guide, aggiornamenti, segnalazioni, links (e tutto quello che vedete...) mantenerlo "pulito e accogliente", senza parlare di quando insorgono dei problemi, pesano gravemente sulla nostre normali attività e richiedono diversi sacrifici.
Insomma un impegno non da poco.

ILDN è sempre stato un servizio gratuito e vuole continuare a rimanere tale, e in questa ottica i contributi spontanei degli amici di ILDN sono importanti.
Come ricordate tempo fà e per ben due volte siamo stati contattati da Microsoft per inserire banner pubblicitari inerenti alla campagna "Get the facts" (la conoscerete oramai tutti), per mantenere un'integrità morale verso i nostri utenti abbiamo deciso di non accettare tale proposta (anche se quei soldi ci avrebbero aiutato) sperando in un vero aiuto da parte di tutti.
Le cose non sono andate proprio così, alcuni i quali ringraziamo davvero di cuore hanno accolto l'offerta e si sono dati da fare per aiutarci economicamente al mantenimento (i nomi delle persone che ci hanno aiutato, appaiono mensilmente sul blocco in home-page in basso a destra), ora l'aiuto ci vuole da parte di tutti.

Se ritieni che questo progetto ti abbia aiutato a risolvere dei problemi, se le informazioni che ne trai sono un aiuto per il tuo lavoro o la tua crescita informatica, o semplicemente se segui costantemente questi portali per il solo piacere di farlo, puoi considerare la possibilità di offrire un contributo economico.
Questo darà a noi maggiori possibilità di garantire un aggiornamento costante e di dedicare una maggiore quantità di tempo a questa avventura, e magari tenerlo vivo.
Naturalmente noi consideriamo un contributo prezioso, anzi sicuramente il più prezioso in assoluto, anche la partecipazione alla vita di ILDN, con segnalazioni, tips e tutorial o quanto altro pubblicabile che possa arricchire il servizio di questo sito verso la comunità Linux italiana.
E' grazie al vostro aiuto che ILDN è divenuto un punto di riferimento per il movimento Linux italiano.

Se decidi di offrire un contributo economico, qui sotto trovi le modalità. In cambio avrai quello che vedi, questo sito, e in più la nostra riconoscenza. Avrai anche la soddisfazione di poter pensare che, se ILDN continua ad esistere e magari a migliorare, è anche grazie a te.

A mio malgrado devo dire che se nessuno o in pochi aggolgono questo appello, nel giro di poche settimane questi portali potrebbero sparire.

Potete contribuire versando con Paypal accessibile da qualunque carta di credito o la più semplice bancoposta, chi ne fosse sprovvisto può mettersi in contatto con me per aderire in altra forma (es. bonifico).

Tutto verrà reso trasparente e chiaro, i nomi delle persone che "interverranno" a questa iniziativa verrano pubblicati su di una pagina apposita, a meno di richiesta di rimanere anonimi.

Mi sembra tutto, ora lasciamo a voi la parola...

Come contribuire?

Con Paypal cliccando su Make a donation

Bonifico Bancario

Intestato a:

Stefano Mainardi
Banca Picena Truentina (Italia)
C/C 000050103495
ABI 08332
CAB 77100

Bonifico Postale

Intestato a:

Stefano Mainardi
C/C 000068446640
ABI 07601
CAB 15300

Lavori in una webfarm?
Potresti prendere in considerazione il fatto di sponsorizzare ILDN e donare banda a questo servizio, evitando così di farci sostenere stratosferici costi di Housing.





Commenti

Ritratto di kripsio
#1

Inviato da kripsio il Mer, 26/10/2005 - 01:21.

Re: ILDN: FundRaising

Purtroppo non posso fare a meno di intervenire ed un po' mi spiace.
Sono parte di questa comunita' (debianitalia) dai primissimi giorni, ho risposto e tentato, nel limite del mio tempo, di dare risposte e farla crescere: mi sento abbastanza parte del progetto, abbastanza coinvolto per ritenere quantomeno opportuna una mia piccola presa di posizione.

Come ho gia' espresso in altre occasioni non credo,personalmente sia chiaro, sia questo il metodo per raccogliere fondi per finanziare un progetto no-profit di spessore e rilievo: sembra una richiesta di carita' a pro di qualcuno che per passione, e non per altro, ha organizzato e tenta di mantenere un sistema tecnico ed umano importante.
Purtroppo, in questo caso, siamo dimentichi di burocrazia, democrazia e fiscalita'.

Le donazioni possono essere un sistema interessante (che non condivido _mai_ ed in _alcuna forma_) per la copertura delle spese tecniche e, perche' no, per una simbolica revenue all'impegno profuso dai manutentori.
Questo espone, pero', ad una serie di questioni di carattere morale ma, soprattutto, democratico e fiscale.
Morale perche', personalmente sia chiaro, non trovo particolarmente attraente il motto "fatemi la cartita' altrimenti chiudiamo" puzza di ricatto di bassa lega;
Democratico perche' la mia partecipazione economica non mi da in alcun modo diritto ne capacita' di voto per il progetto: il sistema diventa oligarchico finanziato dagli utenti... un no-sense;
Fiscale perche' nel fortuito caso di indotti (e fanno presto ad essere elevati... 1000 persone che versano un 10 euro tra tutti i portali non mi sembra cosi' irreale...) non e' possibile intascarsi denaro (legittimo sia chiaro) senza una regolare posizione fiscale.

La soluzione e' semplice e poco dispendiosa: fondare l'associazione no-profit ILDN.
Ogni socio puo' sostenere il portale da x a y euro regolarmente fatturati (possibili donazioni da parte di aziende deducibili), un'assemblea dei soci che vota se e cosa fare sui portali (democrazia), una gestiona cassa trasparente ai soci... una sorta, quindi, di lug virtuale regolarmente costituito (senza sede e senza agibilita' i costi sono irrisori, si pagano, sull'eventuale rendita di cassa un 4% di tasse se non ricordo male).

Chiaro.
In questo modo il "potere" passa nelle mani dell'assemblea e non dei fondatori ma e' giustificato dal fatto di contribuire economicamente (od in altra forma quali soci ad honorem volendo) alla causa comune.

E' cosi' che funzionano i gruppi, le comunita', le associazioni culturali in genere: siamo insieme, giochiamo insieme, spendiamo 100 lire insieme, organizziamo eventi insieme, tu porti il pennello io la vernice.
Anche se con le migliori ed innocenti intenzioni,cosi' posto, sembra un po' bruttino, un gioco di potere di bassa lega, un ricatto da padrino.

Cosa per cui non contribuiro' (come ho gia' detto in altra occasione) _mai_ in forma di donazione, ma saro' il primo ad iscrivermi all'associazione no-profit ildn nel caso si fara' (come sono iscritto ad Erlug e come sono iscritto a Conoscere Linux: pur non partecipando granche' finanzio volentieri una 50ina di euro all'anno (tra le due) per i gruppi regolarmente costituiti).

my 2 cents.
Bye Smile



Ritratto di Stefano
#2

Inviato da Stefano il Ven, 28/10/2005 - 21:16.

Re: ILDN: FundRaising

Solito discorso, giusto in molti versi.

Comunque ho risposto qui:
http://www.fedoraitalia.org/modules/news/article.php?storyid=1033

Stefano Mainardi - Founder of ILDN & CEO of Twinbit



Ritratto di bertuz
#3

Inviato da bertuz il Lun, 31/10/2005 - 04:16.

Re: ILDN: FundRaising

allora, dal notaio com'è andata? Thinking



Ritratto di kripsio
#4

Inviato da kripsio il Lun, 31/10/2005 - 13:36.

Re: ILDN: FundRaising

Ciao a tutti.
Le quote associative, se l'associazione si fara' come sembra, saranno da
decidere e discutere. 50 euri sono una soglia psicologica di peso e le
stesse vanno valutate in rapporto agli altri gruppi sparsi sul
territorio nazionale.
Aggiungo che una quota troppo alta puo' essere un forte deterrente ma
una troppo bassa, di riflesso, un modo per far accedere tutti quanti,
anche i non interessati ad impegnarsi in una realta' importante.

E' quindi necessaria fare una scelta a priori sul tipo di associati che
si desidera ottenere.
Una quantita' relativamente alta di persone che, probabilmente, versano
la simbolica quota associativa (10 euro) ed in questo modo acquisicono
potere decisionale come voto nell'assemblea ma in realta' potrebbero non
essere cosi' interessati alla vita sociale dell'associazione stessa.
Di contro una quota un po' piu' alta (un 35 euri ad esempio) porta in
dote minore afflusso di gente ma sicuramente piu' motivata a
contribuire.

Sul pensiero di sopra attenzione quando stilate l'atto costitutivo.
Un' associazione, solitamente, ha dei vincoli sulle decisioni
dell'operato che vengono prese dall'assemblea oltre che un numero legale
per l'approvazione indipendentemente dal peso del consiglio. Alias un
numero alto di soci non interessati (i 10 euri) puo' portare a grossi
problemi decisionali mancando il numero legale, di contro prevedere da
atto costitutivo l'approvazione di eventi o spese con un numero legale
basso puo' essere inteso come un colpo alla democrazia dell'associzione
stessa.

Immagino abbiate visionato decine di atti costitutivi di lug ed
associazioni per il software libero elaborando il vostro (nostro) con
altrettanta attenzione e visione generale soppesando i vari fattori che
determineranno la natura e la forza di cui ildn potra' disporre a
partire dallo statuto stesso.

Se vi serve una mano per qualunque cosa sono qui Smile
Ciauuuu!



Ritratto di bertuz
#5

Inviato da bertuz il Lun, 31/10/2005 - 15:15.

Re: ILDN: FundRaising

sono più che d'accordo con kripsio!
Inoltre attraverso la costituzione dei una associazione non si escludono di certo i non tesserati o donazioni di altro genere (tipo come adesso tramite paypal!) quindi si avrebbe solo un salto qualitativo.
Certo si caricano di rsponsabiltà stefano e paolo in modo considerevole, ma da quel che ho capito non mi sembra un problema Wink.
Detto questo.. alla fine con il notaro come è andata a finire? Quali sono i costi stimati?



Ritratto di Stefano
#6

Inviato da Stefano il Lun, 07/11/2005 - 17:30.

Aggiornamento situazione Associazione

Aggiornamento sulla situazione attuale:

Innanzitutto chiedo venia a tutti gli utenti che mi hanno scritto e a cui ancora non riesco a dare risposta, purtroppo faccio spola tra casa universitaria (dove Telecom ha deciso di non darmi ADSL) e casa attuale dove vivo, quindi non ho sempre la connessione disponibile.

In molti mi stanno chiedendo il discorso Associazione come procede.
Bene, la settimana scorsa sono stato per ben due volte dal Notaio, il quale ha visionato la bozza (ma direi definitiva...) dello Statuto Sociale, sembra vada bene e che possa essere la definitiva.
Si sono dilungati un pò i tempi (questa volta non a causa mia) poichè ci stiamo informando sul fatto che essendo una comunità prevalentemente legata alla rete di poter istituire riunioni completamente telematiche, dove gli associati e i fondatori possano svolgere i normali compiti dell'associazione.
Vi assicuro che in Italia l'argomentazione NO-PROFIT è davvero confusa e lacunosa, quindi ci si muove a piccoli passi per far sì che tutto possa durare nel tempo e non incorrere in sanzioni amministrative nel caso ci sia qualcosa di non valido nello Statuto.
Spero proprio che dalla settimana prossima si possa avere questa Associazione che noi tanto vogliamo, per dare nuova vita ad ILDN.

Ringrazio con l'occasione tutti i partecipanti alla campagna di Fund Raising, e tutti coloro che si stanno muovendo per aiutarci alle spese di mantenimento del Server.
Esorto anche a chi ancora non ha valutato la possibilità di aiutarci di farlo, perchè abbiamo in serbo tante tante novità che da soli non riusciamo (purtroppo!) a far partire.

Un caloroso GRAZIE va a Pippo il quale ci ha donato del preziosissimo HW per quello che sarà il nostro nuovo Server.
Al momento abbiamo ancora bisogno di RAM e di un nuovo Case.

Ci piacerebbe anche trovare un data-center che abbia voglia di sponsorizzare questo progetto facendoci così eliminare i costi di banda, ovviamente publicizzeremo a dovere l'ISP che deciderà di ospitarci.

Per adesso è tutto, vi terrò aggiornati su queste pagine.

Grazie mille, stiamo davvero dimostrando quanto ILDN conti e quanto questa comunità sia unita e solida e proiettata verso la realizzazione di un'unica grande comunità che in Italia è sempre mancata.

Stefano Mainardi - Founder of ILDN & CEO of Twinbit



Ritratto di ilbeppe
#7

Inviato da ilbeppe il Mer, 09/11/2005 - 13:37.

Re: Aggiornamento situazione Associazione

Sono da poco entrato in questa comunità ma sarei davvero felice di iscrivermi e partecipare e dedicare il mio tempo a questa associazione.
Teneteci informati, credo che kripsio abbia avuto un ottima idea e che stefano abbia dimostrato di ipegnarsi veramente tanto per portare avanti questo progetto!!

Grazie a tutti!



Ritratto di kripsio
#8

Inviato da kripsio il Sab, 12/11/2005 - 13:26.

Re: Aggiornamento situazione Associazione

Non ho avuto nessuna idea, non mi attribuire meriti... e' normale iter sociale.

Piuttosto ragassuoli... se vi serve na mano per fare qualcosa per mettere in piedi l'associazione fatemi sapere... un po' di tempo lo trovo.



Ritratto di Stefano
#9

Inviato da Stefano il Dom, 13/11/2005 - 15:54.

Dati C/C Bancario

Ho aggiunto i dati del C/C bancario per tutti quelli che mi hanno chiesto questo tipo di pagamento.
Come ho già scritto avvisatemi su quanto avete bonificato che vi aggiungo al blocco donatori.

Stefano Mainardi - Founder of ILDN & CEO of Twinbit



Ritratto di Stefano
#10

Inviato da Stefano il Ven, 18/11/2005 - 22:22.

Dati C/C Postale e aggiornamento situazione Associazione

Salve a tutti, come molti mi hanno chiesto ho aperto un C/C postale, per tutti coloro abbiano intenzione di aiutarci facendoci una donazione.
Trovate tutti i dati nella News che ho appena aggiornato.
Come sempre avvisatemi per email per essere aggiunti nel blocco donatori, visto che non posso controllare in tempo reale lo stato del conto.

Vi aggiorno con l'occasione sulla situazione Associazione.
I tempi si sono allungati, non per nostri motivi, ma per motivi burocratici e di "lassismo" da parte del notaio a cui mi sono rivolto.
Si spera che in settimana questa "telenovela" (vero Bluehat? Big Grin ) finisca nel migliore dei modi.
Nel frattempo stiamo finendo il nuovo Server, abbiamo presi accordi con un nuovo Fornitore di servizi, abbiamo preparato la nuova struttura di quello che sarà "ILDN 2.0", forse alcuni di voi hanno visto in anteprima il nuovo template.
Insomma stiamo lavorando per voi.

Per gli associati metteremo a disposizione un BLOG su ILDN.NET ed un'alias di posta con il loro portale preferito, e stiamo anche vedendo di far fare delle CARD personalizzate.

Vi tengo comunque aggiornati, per qualsiasi domanda contattate ME, mi sto occupando io di tutta la questione "Associazione", cercherò di rispondere a tutte le vostre domande.
La mia email la trovate nel Profilo oppure nel testo della News.

Stefano Mainardi - Founder of ILDN & CEO of Twinbit